Lo sfogo di Alexandro, colpito al viso da uno sparo durante l’assalto al portavalori a Marino

 Lo sfogo di Alexandro

Le mie impressioni a distanza di 22 giorni ,dopo l’accaduto del 6 maggio sono moltissime innumerevoli… adesso sono a casa e di tempo ne ho molto per pensare e ripercorrere passo dopo passo tutto quello che e’ successo sicuramente se ci fosse maggior interesse da parte dei media,adesso starei facendo un intervista raccontando le mie emozioni da sopravvissuto oppure starei discutendo di innumerevoli altre cose che nn servono ad un cazzo ma la cosa piu’ importante e’ che nessuno di chi ci governa ,ne la stampa nessuno ne la gente comune,ma soprattutto i colleghi in toto nn si fanno sentire per difendere coloro che spesso nn si tirano indietro per qualsiasi cosa durante il servizio…….io debbo dire che di persone al mio fianco ne ho avute e ne ho tuttora anche coloro che sapevo che nn si sarebbero tirate indietro la famiglia…..gli amici piu’stretti amici riteovati ,pochi che hanno cambiato istituto e nn si sono scordati di me ci sono e mihammo fatto sentire importante,altri ormai persi son tornati indietro con piacere mio…….altri di cui mi aspettavo almeno un messaggio…ed invece nulla sapevo che erano delle merde ….ma nn fino a questo punto di fronte a queste cose nn si sbaglia cosi’ ma nn fa nulla nn mi serve un cazzo da loro………..con stupore ho visto interessarsi di me colleghi che nn conosco e li ringrazio molto come ringrazio quella persona che mi ha aiutato quel giorno, dopo lo essere stato l colpito alzai la testa e vidi lui gli chiesi aiuto ed era l’unico che vedevo in quel momento…ed e’ stato li’ fino a quando sono stato portato sull’ambulanza ringrazio tutti coloro che mi hanno dato una pacca sulla spalla ma soprattutto ringrazio “LEI” che da lassù ci ha messo lo zampino eppure lui che se la comanda…..un grazie anche ai cazzari che de stronzate ne hanno dette una marea colleghi soprattutto….ottimo ecco perche’ la categoria nn sara’ mai unita’ l’invidia …..ma di cosa……..siamo tutti uguali quando caschi per terra siamo uguali ma l’importante ed quello che conta e’ rialzarsi e guardare in faccia chi ti ama e sapere che al tuo fianco ci sono ,anche persone a cui nn devi dire grazie……. e mo me so rotto voglio vedere quanti di voi che parlano e rompono il cazzo dalla mattina alla sera chiedendo e’ un mio diritto me lo devono bisogna meritarlo e lottare e dare una mano a chi si rompe il culo per voi spingete ma tutti assieme ,le cose si muovono cosi’ date una mano tutti noi portiamo “tutti” la stessa divisa e mo fate voi il 1 giugno sapete cosa c’e’ in via civate chiedete al presidente massimo Raffi se volete e…. muovete il culo le cose nn cambiano con le parole soltanto. GRAZIE

Alexandro Adamu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...